Domenica 3 Giugno

 

Oggi le maglie Eurobici infiammano le salite del Ghisallo e del Muro di Sormano, una delle salite piu ripide

d' Europa.

Protagonisti dell' uscita sono Claudio Fattori, Eugenio, Marcello, Gennaro e Roberto Franzosi. Partenza alle 7 dal ponte è subito Buon ritmo, tant'è che alle 9.15 siamo alla fontana della Onno.

Lanciati verso Bellagio e alla rotonda facciamo scattare i cronometri.

Fattori si dimostra subito una spanna sopra gli altri e dopo le prime curve sparisce dalla vista.

Eugenio distanzia Franzosi mentre Marcello e Gennaro seguono nell' ordine. 

Le posizioni restano invariate fino a Civenna, quando nel tratto di discesa Franzosi aggancia Eugenio per procedere insieme fino ai tornanti.

Questa parte risulta favorevole a Franzosi che passa secondo. Fattori conclude la salita in poco meno di 31'. Franzosi a 2' e Eugenio a pochi secondi, Marcello 10' da Fattori e Gennaro più attardato.

Gennaro decide di non proseguire per la colma di Sormano. Gli altri 4 scendono verso Asso e prendono per Sormano. Franzosi e Fattori vogliono fare il muro, Marcello e Eugenio scelgono la colma.

Al muro Fattori parte e distanzia subito Franzosi che con il 36x28 ha il suo bel da fare per non piantarsi. Il punto più critico è il drittone tra i 950 e i 1000 metri di dislivello. Salendo riceviamo applausi da chi fa passeggiate e pic nic ma.....Non incontriamo nessun ciclista.

Fattori chiude in 14' Franzosi in 16' strasudati dal caldo del sole di mezzogiorno.

Attendiamo l' arrivo di Marcello e Eugenio dalla colma ma.....sorpresa! Dopo un po' di tempo li vediamo salire a piedi dal muro!

Complice un furgone della forestale che si trovava sul percorso sono stati bloccati e non sono più riparti.

Peccato ma va dato loro merito di averci provato. Sosta sulla colma per le foto di rito e poi ritorno a casa con la fatica che avanza km dopo km.

Giungeremo a Milano alle 15 con 7 ore di pedalata effettiva e 170 km nelle gambe. Man of the day.....Fattori.

Arriva comunque fresco dopo due prestazioni di livello su Ghisallo e MDS e ai semafori della circonvallazione di Milano ha ancora voglia di sprintare. Per i pochi allenamenti che fa....questo è talento.


Domenica 10 Giugno

 

Eccoci qua finalmente arriva la data fatidica della nostra gita a Castana organizzata dal buon Palma Raffaele, titolare del noto ristorante L'Ancora in colaborazione con l'azienda vinicola Colombi.

Ritrovo ore 7:30 con partenza ore 8:00 andatura abbastanza calma per i 10 atleti impegnati:

Antonio Grande, Alessandro Maresca, Gennaro Acunzo, Giorgio Pioli, Gino Ferrari, Fausto Cazzini,

Fulvio Sperduto, Marcello Cipulli, Roberto Franzosi, Roberto Santa Maria, Enrico Tolve.

 

Andatura appena sotto i 20 km per un buon tratto che vede da registrare prima di Pavia la prima foratura di Gino, da qui si arriva alla pausa caffè fortemente voluta e invocata da Fulvio, il quale generosamente offre a tutti pur di fermarci.

Si riparte e il DS scalpita e all'altezza del ponte sul Po, grazie sin da prima agli scatti di Marecello e poi Enrico vanno via di comune accordo, i tre aumentano l'andatura ma si stacca Marcello che viene riassorbito da gli altri che affreranno la salita da Broni, mentre Roberto e Enrico continuano imperterriti sino a Stradella con il loro passo alzando la media per affrontare la salita di Castana dalla parte leggermente più impegnativa ma sicuramente più lunga.

Arrivati in cima ci rifocciliamo grazie al cuoco Palma e il suo Staff, e assaggiamo un qualche bicchiere di vino COLOMBI.

Tra le chiacchiere un boccone un goccio di vino le ore per il ritorno si avvicinano ma noi convinti tutti di rientrare in pullman continuiamo a gozzovillare...fino al fatidico momento che vede prepararsi per il rientro in bici sin da prima Roberto Franzosi, Fulvio, Roberto Santa Maria, Gino poi in ordine Antonio, Gennaro e Enrico, a questo punto il povero Marcello, stanco della notte in bianco e allegrotto per il buon vino incomincia a pensare cosa fanno sti qua..

ma non dovevamo tornare con il pullman... io che faccio.. e la sua frare fatidica a colpito tutti "neeeh che fate ma siete proprio degli st..... io mo che faccio vengo con voi aspettatemi".

Proprio un bello scherzo che vede rientrare verso milano 8 atleti in maglia Eurobici verso casa.

Partono alle ore 17:00 e arrivano circa alle 19:15, malgrado una foratura del povero Marcello e sopprattutto prima del pullman, giusto il tempo di assumere una birretta in compagnia, tanto ormai siamo a casa e alcool ne abbiamo bevuto.

 

Dobbiamo segnalare che comunque si è sentita la mencanza del infortunato Eugenio, il quale a causa della caduta del giorno prima durante una gara in circuito a Monza a riportato la frattura di due dita della mano di sinistra e verrà operato nei prossimi giorni, a causa sua il suo posto e stato preso da Enrico che a fatica ma con tanta energia a cercato di stare con il DS senza far sentire la mancanza del suo pupillo.

 

Uomo del giorno .... io direi Marcello che non si è perniente avvilito e non imprecato neanche un po' al momento della ripartenza e soprattutto alla foratura.

 


17 giugno 2018

 

Uscita di buon' ora oggi per i 7 Eurobici che partono da Milano e da Monza per affrontare il Magreglio.

Alessandro, Enrico, Gennaro, Antonio, Salvatore, Claudio e Roberto Franzosi viaggiano di buon ritmo dalla Villa Reale verso Erba.

Enrico e Gennaro sono i più attivi nel rilanciare l' azione fino ai piedi delle prime salite.

Tutti insieme fino ad Asso dove Salvatore ci saluta per tornare a Milano; da qui si parte per arrivare al Ghisallo dal lato "morbido".

Claudio e Roberto prendono la salita forte e passano numerosi ciclisti; arriveranno in cima con 5' su Gennaro, 10' su Enrico e 12' su Alessandro e Antonio.

Claudio e Roberto scendono verso Bellagio per poi affrontare la Onno, che scaleranno in 17' netti; Enrico, Alessandro, Antonio e Gennaro tornano verso Milano ma arrivati a Biassonno si fermano per rifornimento acqua per giungere a destinazione con 123 km. nelle gambe alle ore 13:00.

Claudio e Roberto arriveranno a Milano alle 14:00 circa, passando per la Beverella e fermandosi diverse volte a far rifornimento d' acqua per il gran caldo che dalle 11:00 ha cominciato a farsi sentire.

Bella giornata che ha permesso ai 7 di testare la condizione in salita in vista della scalata al Ghisallo "vero" che affronteremo domenica 24 come cicloscalata sociale.